macbook air mac mini

MacBook Air e Mac mini: Ritorno al futuro per casa Apple

MacBook Air e Mac mini alla ribalta!

Se pensavate che Apple stesse dormendo sorniona come un dolce gattino avvolto da una coperta, vi sbagliavate di grosso, perché sono da poche ore in vendita sul sito ufficiale i nuovi MacBook Air e Mac mini.

Ebbene si! Sono arrivati e puntano ad inserirsi in un mercato ben preciso.
Andiamo ad analizzare le novità!

MacBook Air, risorto a sorpresa

profilo macbook air

Dopo l’avvento del MacBook da 12 pollici, tutto avremmo pensato, ma mai che casa Apple, riesumasse il progetto MacBook Air, che sembrava ormai giunto al tramonto.
Invece la casa di Cupertino, ha voluto stupire i propri appassionati, puntando sulla semplicità ed eleganza che contraddistingue i propri prodotti, ma con delle configurazioni hardware da far addrizzare tutti i peli del corpo anche agli smanettoni più incalliti.

Infatti, dato il benservito al piccolo MacBook Air 11, per evitare la concorrenza più che evidente con il cugino da 12 pollici, Apple introduce una versione MacBook Air 13,3 con schermo 16:10 con tecnologia IPS, risoluzione nativa  2560×1600 pixel , e Retina Display a 227 ppi. Non vi basta? Aspettate di sapere cosa c’è ancora nella configurazione hardware!

Parlando di processore, troviamo un discreto Intel Core i5 dual-core a 1.6 GHz di serie con Turbo Boost fino a 3.6 GHz della famiglia Amber Lake, con affinacata una scheda grafica GPU Intel UHD Graphics 617 oltre alla possibilità di aggiungere schede video esterne (eGPU). Niente male per chi di video editing leggero, non può fare a meno!

E la memoria Ram? e l’SSD? Bene, su questo punto arriva con 128 oppure 256 GB di spazio di archiviazione SSD PCIe, configurabile anche da 512 GB e 1,5 TB.

8 GB di memoria RAM integrati nella versione base, che si possono estendere 16 GB nella configurazione personalizzata durante l’acquisto.

I colori sono il classico Argento, a cui si aggiungono, come sul fratello minore, Oro e Grigio Siderale.

Novità importata dal MacBook 12 è sicuramente il sensore Touch ID integrato, come sui MacBook dotati di Touch Bar. Nuovo anche il TouchPad, che viene copiato dai MacBook Pro.

schermo macbook air

Con il nuovo MacBook Air, non manca di certo l’autonomia della batteria, che è stata sicuramente uno dei suoi cavalli di battaglia della versione precedente: infatti Apple dichiara fino a 12 ore di navigazione wireless, 13 di riproduzione iTunes, fino a 30 giorni di standby. Merito alla batteria integrata da 50,3 wattora.

Abbandonate le vecchie USB, sul nuovo MacBook Air, sono presenti due nuovissime porte USB-C Thunderbolt 3 che gestiscono l’alimentazione, il trasferimento dati ed il segnale video. Dovrete quindi dotarvi di adattatori da acquistare a parte per collegare monitor esterni HDMI e quant’altro.

macbook air 13 pollici

Passiamo alla nota più dolente: Il Prezzo.
Il nuovo Air arriva a costare nella sua configurazione base ben 1.379 euro e che con SSD da 256 arriva anche a 1.629 euro. Non sono poi così pochi.

Manca nella configurazione un processore più performante ad esempio con un Intel Core i7, come nella versione precedente, che ben avrebbe riscosso successo da chi ha bisogno di qualche cavallo in più, nel lavoro quotidiano.

Mac mini : piccolo fuori, ma non sottovalutatelo…

mac mini

Il Mac mini ritorna e stavolta sembra fare veramente sul serio.

La gamma dei processori è stata ampliata e comprende la possibilità di configurare anche processori Intel Core i7 a 6-core a 3.2 GHz,  le versioni base vengono vendute invece con processori i3 4-core a 3.6 GHz e i5 6-core a 3.0 GHz.

Cambia la colorazione che sarà esclusivamente quella Grigio Siderale; per quello che riguarda la memoria, troviamo di base 8 GB di RAM, configurabile con 16, 32 fino ad arrivare a 64 GB; l’archiviazione si rinnova con dischi SSD da 128 GB,256 GB, 512 GB, 1 TB e 2 TB.

La scheda grafica è una Intel UHD Graphics 630, mentre le porte esterne vedono oltre alla classica porta Ethernet e all’HDMI 2.0, 2 porte USB 3 e ben 4 porte USB-C Thunderbolt 3.

mac mini porte esterne

Infine parliamo dei prezzi che partono da minimo 919 euro, per arrivare a 4.989 euro con disco SSD da 2 TB, 64 GB di RAM e Intel Core i7 6-core da 3.2 GHz.

Apple, non solo iPhone

Apple si conferma lungimirante e dopo aver lavorato minuziosamente per anni su iPhone, sviluppando le tecnologie per mobile, si riaffaccia su mercato computer, con i suoi entry-level che a giudicare da prezzi e prestazioni poi così “basic” non sono. Sicuramente avere una gamma di prodotti adatti alle esigenze più diverse consente ancora alla casa di Cupertino, di cogliere le numerose opportunità che il mercato della tecnologia offre. Chi sa quali altre novità tireranno fuori dal cilindro?


Vuoi ricevere assistenza?

Avvia una chat per avere una consulenza gratuita!

Avvia Chat

Torna alla Homepage

oppure

Condividi questo articolo